Se un uomo parte con delle certezze finirà con dei dubbi, ma se si accontenta di partire con qualche dubbio, arriverà alla fine con delle certezze. Francis Bacon

 (in costruzione)

Che cosa è il Curricolo verticale?

Il Curricolo verticale è un percorso di conoscenza in base alle Indicazioni Nazionali 2012, date dal Ministero della Pubblica Istruzione, per far conseguire gradualmente agli alunni gli obiettivi di apprendimento e le competenze specifiche delle varie discipline. Nell’ottica del curricolo verticale troviamo la progettazione per competenze, condotta con uno sguardo e un’attenzione particolare al tema della continuità. Si fa riferimento a un curricolo verticale quando tutti gli ordini di scuola agiscono nel rispetto degli stessi criteri (progettazione centrata sullo sviluppo di competenze) nelle diverse fasi progettuali.

Come si fa a progettare un Curricolo verticale?

E’ necessario lavorare insieme tra ordini di scuola diversi: è impossibile realizzare la continuità se non si progetta insieme, in modo unitario e trasversale, tra ordini di scuola.

Quali sono i punti di forza?

La possibilità di sviluppare un lavoro sinergico lungo più cicli scolastici; la possibilità di avviare un confronto metodologico e culturale tra professionisti della scuola; realizzare un orientamento più efficace; gettare le basi per valutare il processo di apprendimento/insegnamento e autovalutare l’istituto.

Quali i punti di debolezza?

Non mi pare siano state stanziate delle risorse per lo studio e la realizzazione della progettazione per competenze e delle risorse per dare luogo alla collaborazione tra i docenti di vari ordini di scuola (materne, elementari e medie).

 

 

 

No responses yet




Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Codice di sicurezza: