20 Mar 2017

Equinozio di Primavera

Pubblicato alle 21:06 under Studi

ETIMOLOGIA: La parola viene dal latino  aequinoctium e significa notte uguale al giorno. Secondo quest’ottica durante il giorno dell’equinozio, la durata del periodo notturno sarebbe uguale a quello diurno.

CHE COSA E’? L’equinozio non è un giorno, ma è un preciso istante. L’equinozio è un momento particolare nella fase di rivoluzione (moto di rivoluzione è il movimento che un pianeta o un altro corpo celeste compie attorno a un centro di massa) intorno al Sole: in questa giornata i raggi solari cadono perpendicolarmente all’asse di rotazione della Terra. Segna un momento importante nell’avvicendamento delle stagioni: in particolare l’inizio della primavera nel caso dell’equinozio di primavera, e l’inizio dell’autunno nel caso dell’equinozio d’autunno.

TEMPI Gli equinozi si manifestano a circa sei mesi di distanza l’uno dall’altro, più precisamente a marzo  e a settembre; essi sono convenzionalmente assunti come momento di avvicendamento delle stagioni astronomiche sulla Terra.

Risultati immagini per emisferi terrestri

IL FENOMENO NEI DUE EMISFERI Nell’emisfero boreale l’equinozio di marzo segna la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, mentre quello di settembre termina in estate e introduce l’autunno. Viceversa accade nell’emisfero australe dove l’autunno subentra nell’equinozio di marzo e la primavera in quello di settembre.

No responses yet




Trackback URI | Comments RSS

Lascia un commento

Codice di sicurezza: